Home » Eventi » Incontri di InFormazione – 2013

Incontri di InFormazione – 2013

Maria Concetta Strafella

 

InFormare per Formare! Nel corso di marzo 2013 si sono svolti 3 partecipati incontri nel corso dei quali la dott.ssa Maria Concetta Strafella, con il coinvolgimenti di riconosciuti esperti, ha affrontato alcune dei temi di più scottante attualità nel mondo della scuola e delle relazioni familiari.

10 Marzo 2013 – “Quali sono i benefici di una Comunicazione Efficace?”
Dott.ssa Elena Ottomanelli – Trainer – Max Formisano Training (Roma)
I processi di comunicazione sono la base dei nostri rapporti interpersonali. Migliorare le proprie capacità di comunicazione è fondamentale per chi voglia raggiungere risultati che puntino all’efficacia. Riflettere sulle proprie capacità di esprimere messaggi efficaci, sulle proprie abilità di ascolto, sulle modalità di entrare in empatia con gli alunni e i colleghi, riuscire a tenere alta l’attenzione e far crescere la motivazione all’apprendimento sono punti fondamentali dell’intero percorso.

17 Marzo 2013 – “Cosa sono i Disturbi Specifici dell’Apprendimento?”
Dott.ssa Gabriella De Micheli, Perfezionata in Psicopatologia dell’Apprendimento (Galatina) e con la partecipazione della sig.ra Anna Perrone, Presidente Sezione AID (Associazione Italiana Dislessia) di Brindisi e Coordinatore Regionale AID Puglia
Principali caratteristiche dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento e conoscenza dell’A.I.D. (Associazione Italiana Dislessia).
Ignorare l’esistenza di questa tipologia di Disturbi provoca gravi danni ai bambini sin dalla più tenera età…. Informarsi è un dovere.

 24 Marzo 2013 – “L’intelligenza è modificabile? L’intelligenza non è  un “tratto”, è uno “stato”, pertanto può cambiare”.
Prof. Cosimo Dimagli – Consultant/Trainer – Centro Autorizzato “Feuerstein” – Manduria
Principi della Modificabilità Cognitiva e della Mediazione di R. Feuerstein. L’obiettivo dell’intervento è far conseguire una maggiore coscienza ed efficienza nell’affrontare e dare utili contributi al superamento dei “problemi” di apprendimento, comportamentali, relazionali, dei “figli”, e/o di quanti si rapportino con loro a vario titolo attraverso i Principi della Teoria sulla Modificabilità Cognitiva di Reuven Feuerstein.