Home » Business Coaching » In attesa di Babbo Anno Nuovo … Felice 2015!

In attesa di Babbo Anno Nuovo … Felice 2015!

Il cambio d’anno è per noi “più grandicelli” quello che il Natale è per i bambini. I bambini preparano la lista dei doni che vorrebbero ricevere e trovare sotto l’albero, o accanto al presepe. Alcuni scrivono la letterina, altri elencano le loro “richieste” all’orecchio della mamma o del papà affinché si facciano portavoce presso il “grande vecchio”.

Con il nuovo anno noi adulti ci comportiamo più o meno allo stesso modo. A differenza dei bambini non scriviamo nulla ma, ancorché mentalmente, la nostra “lista dei doni” che vorremmo ricevere ce la creiamo:

  • Vorremmo avere un anno senza problemi di salute.
  • Vorremmo trovare quel lavoro che da tempo stiamo cercando.
  • Vorremmo vivere la relazione che abbiamo, in modo più sereno e felice.
  • Vorremmo riuscire a comprarci la casa dei nostri sogni o a terminare di pagare il mutuo.
  • Vorremmo avere, trovare, cercare, ottenere, ….

Tanti bei pensieri ricchi di amore, di felicità, …. Ed ecco pronta la nostra “lista dei doni” che presentiamo a Mr. Anno Nuovo.

Peccato che, mentre per i bambini c’è Babbo Natale che ci pensa a consegnare i regali, e a loro basta semplicemente attendere di riceverli … Per noi più grandicelli i nostri doni che chiediamo per il 2015 chi li porta? Beh, lasciatemi dire che, in questo caso, se non diventiamo una sorta di Babbo Anno Nuovo di noi stessi … non ce li porterà nessuno.

Nelle ore tra la fine del 2014 e il primo giorno del 2015, miliardi e miliardi di neuroni verranno contagiati dalla commozione del momento di festa. Auguri, desideri, sogni, aspettative … che se vi durano sino al giorno dopo è già un miracolo. Nella stragrande maggioranza dei casi, già dal 2 gennaio saremo nuovamente risucchiati nel vivere la nostra solita vita … e tanti saluti!

La nostra “lista dei doni” o, per meglio dire, dei buoni propositi per il 2015 va bene, va benissimo ma dobbiamo fare un passo in avanti. Dobbiamo diventare noi stessi quel Babbo Anno Nuovo che ci porterà i doni attesi. Dobbiamo trasformare i nostri sogni in qualcosa di più “tangibile” e specifico. Dobbiamo avere degli obiettivi e lavorare per raggiungerli.

Chi di voi è un buon imprenditore sicuramente questo esercizio lo ha fatto, o lo sta facendo in questi giorni, nel definire quelle che sono le linee guida e le azioni di gestione aziendale da realizzare nel 2015 per raggiungere gli obiettivi di fatturato e di guadagno da portarsi a casa. Si chiama Pianificazione, non è una pratica “esoterica”.

Anche per la propria vita personale va fatta. Dobbiamo essere “bravi” a trasformare la nostra “lista di doni” per il 2015 in un lista di obiettivi e in un piano d’azione. Questo se vogliamo darci un’opportunità in più di vivere quella vita che tra la commozione e i brindisi ci sussurriamo alla mezzanotte del 31 dicembre.

Alcuni consigli dettati dalla nostra esperienza:

  • Il primo, riflettete su quello che vi abbiamo scritto. Se non vi interessa chiudete la pagina e tornate a fare quello stavate facendo, altrimenti pensateci su seriamente;
  • Il secondo, se avete deciso di darci retta, nel trasformare la vostra “lista di doni” in obiettivi e piano d’azione non attendete troppo. Fate lavorare per voi la commozione e i sentimenti che naturalmente scaturiscono in queste ore per fissare in modo più forte e determinato (in “bold” direbbero i nostri amici inglesi e americani) ciò che volete raggiungere e come farlo. Indossate quanto prima l’abito di Babbo Anno Nuovo e all’opera!
  • Il terzo, non limitatevi a definire ciò che volete “avere”, partite da ciò che volete “essere”. Volete un esempio? Nel nostro caso Massimo si è augurato per il 2015 quanto segue – Non so se esista una ricetta per la felicità …. un metodo, una lista da seguire. Per il 2015 mi sono dato un obiettivo di profondo cambiamento. Come facevo da bambino … Voglio tornare pienamente ad apprezzare le tante piccole cose belle che mi circondano, Voglio tornare a stupirmi per i piccoli miracoli che accadono ogni giorno. Voglio vedere con occhi e cuore nuovo quanto attorno a me. Non so se questa sia una “ricetta” … So di sicuro che mi renderà più FELICE”.

Ultimo consiglio! In queste ultime ore del 2014, qualunque sia la vostra situazione, DIVERTITEVI! Siate SERENI con voi stessi e con le persone a voi care che vi circondano. Fate un carico di emozioni positive e trasformatelo in carburante per agire nei prossimi giorni, in modo deciso e massivo.

Se siete in difficoltà, la frustrazione genera depressione solo se noi lo vogliamo. La frustrazione genera un’incredibile voglia di riscatto solo se noi lo vogliamo. A voi decidere! E vi auguriamo di fare la scelta giusta.

Se siete delle persone di successo, mantenete viva la vostra tensione emotiva verso il cambiamento e il raggiungimento di risultati sempre più sfidanti. Vi auguriamo di rendere la vostra vita un modello positivo per coloro che sono attorno a voi.

“La vita è troppo breve per vivere quella di un altro. Abbiate coraggio e vivete la vostra vita, quella che sentite profondamente di voler vivere!” (M.N) 

Se vi va, fateci sapere cosa avete deciso per voi.

FELICE 2015!

Concetta e Massimo

Felice 2015 Green Apple Team Art